Blog

Resta aggiornato sulle novità del Web.

Come è cambiato Facebook nel 2015

Ecco tutti gli aggiornamenti che stanno cambiando il nostro modo di vivere Facebook

Il 2015 è stato un anno caldo per gli aggiornamenti di Facebook. Il social network per eccellenza ha cambiato veste e ha messo a disposizione degli utenti un set di nuovi strumenti di grande interesse, soprattutto per chi usa Facebook in un’ottica lavorativa di content management e social media strategy. Come è cambiato Facebook nell’ultimo anno?

L’ALGORITMO DELL’AMICIZIA

Sicuramente l’aggiornamento più rilevante. A Maggio è arrivato il nuovo algoritmo di Facebook, in grado di premiare nella newsfeed i contenuti di maggiore interesse diretto per gli utenti. Si tratta di un algoritmo che ha fortemente migliorato la user experience, ma nettamente peggiorato le condizioni di salute delle fanpage.
In che senso? Sulla bacheca degli utenti appariranno come primi i post degli amici (in particolare di quelli con cui si ha più interazione). Ad essere penalizzati sono quindi le fanpage (nonostante si abbia messo il like), i contenuti sponsorizzati e le interazioni degli amici sulle fanpage.

Cosa significa tutto ciò per gli utenti singoli? Sicuramente un’esperienza di utilizzo più personalizzata e positivamente gerarchica: viene data la priorità agli amici e ai contenuti che possono davvero interessare. Per quanto riguarda le fanpage, l’algoritmo ha portato ad una crisi: i contenuti proposti dalle pagine e le interazioni degli utenti nelle fanpage (‘mi piace’ e commenti) si sono ritrovati ‘dietro le quinte’, posizionati più in basso rispetto ad altri post di maggiore interesse per gli utenti. Quindi, per le fanpage il valore dei commenti e dei like ha perso peso e a nulla è valso il tentativo di aumentare il numero di post giornalieri sulle pagine, anzi: che vengano pubblicati 3 post all’ora o 1, poco cambia.

VIDEO A 360°

Un’innovazione che sa di futuro. Facebook in fatto di video sta cercando negli ultimi tempi di diventare un concorrente al servizio di Youtube. L’ultimo aggiornamento ha reso disponibili i primi video a 360°, che permettono agli utenti di muoversi nei video attraverso i movimenti del cursore e di esplorare tutto lo scenario attorno al punto di ripresa, letteralmente a 360° (da mobile il meccanismo è lo stesso, però con le dita).
Facebook ha dato il via a questa innovazione con una squadra di partner di gran prestigio: Star Wars, Discovery, GoPro, LeBron James & Uninterrupted, NBC Saturday Night Live, e VICE. Eccone un assaggio:

SEE FIRST

See First, anche chiamato nella versione italiana ‘Preferenza Sezione Notizie’. Si tratta di un aggiornamento che va in parte a compensare i ‘danni’ apportati alle fanpage dal nuovo algoritmo. Come funziona? See First consente agli utenti di spostare in alto in Bacheca le persone o le pagine che seguono e di cui desiderano ricevere gli aggiornamenti.
I post pubblicati da queste persone o pagine verranno posti in alto, in modo prioritario. In questo modo alle fanpage è data la possibilità di essere inserite nella lista ‘see first’ degli utenti e di apparire in prima posizione nella newsfeed. Come creare una lista personalizzata? Semplice, basta andare in alto a destra, nelle opzioni del profilo, e cliccare su Preferenza Sezione Notizie.

REAZIONI

A quanto pare il famoso pollice in su di Facebook è destinato a non rimanere da solo: largo alle emoji che descrivono varie sensazioni di reazione ai post. Dal cuore alla faccina arrabbiata, il concetto del ‘mi piace’ a tutti i costi potrebbe essere sostituito da una gamma di reazioni più ampia, ‘non mi piace’ compreso.
Del pulsante di dislike, annunciato come possibilità a Settembre, neanche l’ombra per adesso. A presentare le nuove Reactions è Mark Zuckerberg in persona, con questo video condiviso sulla sua pagina:

IMMAGINI PROFILO…MOBILI!

In arrivo la nuova foto del profilo di Facebook e sarà un video di 7 secondi massimo (in stile gif o Vine). Un’idea che a molti ricorderà le fotografie e i quadri parlanti della saga di Harry Potter. Come funzionerà? Il video si azionerà solo quando si andrà a visitare il profilo dell’utente e l’audio sarà attivato solo cliccando sull’immagine: la bacheca quindi non sarà invasa da centinaia di profili in movimento, ma solo da fermi immagine dei video. Oltre a ciò, si potrà anche impostare una foto-profilo temporanea, con una scadenza.

"

 

Cos’altro cambierà nei profili di Facebook? Sarà possibile porre sotto l’immagine del profilo una short-bio, in stile Twitter, con tanto di emoticon. L’idea si lega ad una veste di Facebook che premia la personalità degli utenti e il bisogno di sfruttare il social network non solo per comunicare, ma anche per raccontarsi.

INSTAGRAM ADS

Il 9 settembre è arrivata in Italia la possibilità di fare pubblicità con contenuti sponsorizzati su Instagram. Che cosa significa? Significa che la piattaforma più usata per la condivisione di foto e brevi video (300 milioni di utenti al mese, con 70 milioni di foto al giorno) ospiterà tra i suoi contenuti anche le inserzioni pubblicitarie dei brand e delle aziende, sempre sotto forma di fotografie e video.
Come fare pubblicità su Instagram? Per creare contenuti sponsorizzati di advertising su Instagram è necessario passare da Facebook!

LEAD ADS

Ultima new entry, ha la portata di un aggiornamento davvero rivoluzionario. Come funzionano le Lead Ads? Le inserzioni per acquisizione contatti adesso facilitano il processo di iscrizione agli aggiornamenti delle aziende, siano essi newsletter o news su offerte ed eventi.
Quando un cliente clicca sull’inserzione per acquisizione contatti, si apre un modulo con le relative informazioni di contatto già inserite, in base alle informazioni condivise con Facebook, ad esempio il nome e l'indirizzo e-mail.
L'inserimento automatico delle informazioni di contatto condivise dalle persone con Facebook rende possibile la compilazione del form in modo rapido e veloce!