Blog

Resta aggiornato sulle novità del Web.

Come si informano gli italiani?

È in costante aumento il numero delle persone che utilizzano Internet per cercare informazioni, notizie di cronaca e attualità. Infatti, dall'ultimo rapporto Demos-Coop, risulta che due italiani su tre utilizzano il Web per leggere i giornali.
Dal 2007 il numero di persone che scelgono il Web come fonte di informazione ed approfondimento è quasi raddoppiato, passando dal 25% al 49%.


Dagli ultimi dati Audiweb risulta che nel mese di ottobre erano 29,5 mln gli italiani collegati ad Internet, ed il tempo medio trascorso online è di 45 ore e 53 minuti.
La fonte di informazione privilegiata dagli italiani rimane comunque la televisione (82%), pur con le contraddizioni che da sempre la caratterizzano. I telegiornali sono ancora considerati fornitori di notizie vere, verificate ed attendibili. Tuttavia il mezzo televisivo sta seguendo un trend in calo, lento e costante, non una crescita.

L'informazione in movimento

Per quanto riguarda l'accesso a Internet, è molto significativo l'aumento degli accessi da dispositivi mobile, ovvero smartphone e tablet. I telefoni ed i tablet vengono utilizzati molto spesso per accedere al Web, prima di tutto perchè sono sempre a portata di mano. In secondo luogo, sono la facilità di accesso e la rapidità con cui si trovano contenuti informativi a rendere il mobile il canale principale attraverso cui veicolare informazioni. Nonostante ciò, è facile trovare autorevoli fonti di informazione online, che non sono state in grado di adattare le proprie piattaforme ai dispositivi mobile. Ogni portale di informazione dovrebbe essere accessibile e facilmente fruibile da mobile, non dovrebbe perciò essere troppo “pesante”, anzi, deve caricarsi rapidamente così da non rallentare eccessivamente la navigazione.

Scrivere bene

Con l'esistenza di svariati mezzi di informazione online, è chiaro che la convivenza dei diversi canali di informazione non è sempre facile. Bisogna infatti saper adattare la forma in cui vengono espressi i contenuti ai mezzi che si utilizzano per comunicare.
Il linguaggio da utilizzare va pensato e creato appositamente per ogni Social Network e per i portali di informazione, perché in ogni mezzo si sviluppano dinamiche diverse e si fa informazione coerentemente con l'ambiente in cui ci si trova a comunicare.
È ormai inevitabile l'apertura di diversi canali di comunicazione, per raggiungere un pubblico sempre più vasto, anche da parte dei quotidiani storici della carta stampata, che da molto tempo stanno perdendo lettori. Infatti, le redazioni giornalistiche dei più importanti quotidiani italiani stanno ottenendo buoni riscontri anche online, tramite i profili social ed i portali.

Stampa 2.0

Bisogna comunque considerare che la quasi totalità dei quotidiani italiani è presente ed attiva nel mondo digitale, con buoni risultati in termini di visite. Tuttavia, nel tentativo di adeguare la comunicazione della “stampa classica” alle logiche del web, alcuni grandi nomi del giornalismo italiano si sono fatti prendere un po' la mano, finendo con il proporre troppo spesso titoli scritti in ottica di “click-baiting”, oppure esagerando nell'utilizzo delle “classifiche” o delle “top ten”, altrimenti nello scrivere titoli incompleti, con l'intento di stimolare la curiosità negli utenti. Oltre a queste tecniche, che hanno come principale scopo quello di ottenere più visualizzazioni possibili, anche i contenuti molto spesso lasciano a desiderare. Gli argomenti più comuni sono le notizie di gossip, le curiosità sul mondo dell'entertainment, perfino gli articoli sulla cucina e sul lifestyle, oppure articoli che commentano programmi tv.

Quando l'azienda fa informazione

Il web è uno strumento molto efficace per cercare notizie, ma soprattutto è di facile utilizzo, infatti la rapidità e la precisione dei motori di ricerca permette di ottenere una vastissima quantità di informazioni utili e pertinenti. Il vero problema è riuscire a selezionare le fonti in base alla loro attendibilità. Questa sembra essere la difficoltà maggiore per gli utenti, che spesso si trovano a leggere notizie imprecise, non confermate, addirittura completamente false.
La facilità di accesso ad Internet e la semplicità con cui è possibile creare informazione determinano una produzione eccessiva di notizie, perciò è imperativo saper distinguere, anche in base alla fonte, i contenuti attendibili da quelli che non lo sono. In questo senso molte aziende stanno cercando di fare comunicazione aziendale creando blog, news ed aggiornamenti inerenti al settore in cui operano. In questo caso la qualità delle notizie influenza direttamente la reputazione dell'azienda, perché la capacità di diventare una fonte di informazioni considerata autorevole da parte degli utenti è un obiettivo molto difficile da raggiungere, ma può dare ottimi riscontri. Una azienda che comunica in modo trasparente le proprie iniziative o novità, e che racconta la propria attività riuscendo a mantenere un punto di vista oggettivo, verrà tenuta in grande considerazione dagli utenti del Web.