Blog

Resta aggiornato sulle novità del Web.

Intelligenza Artificiale: facciamo un po’ di chiarezza

Uno sguardo ampio ed approfondito sul tema dell’IA e dell’IoT

Lasciamo da parte fantascienza, serie tv e scenari immaginari su macchine che controllano l’uomo.

La confusione sul concetto di Intelligenza Artificiale (IA) è ancora tanta, per questo motivo cerchiamo di chiarire alcuni punti, dare una definizione del concetto sottostante e individuarne le applicazioni in termini di Internet of Things. Perché l’IA è già tra di noi, e la utilizziamo tutti i giorni.

Intelligenza Artificiale: si, ma cosa è?

Partiamo dalle basi: con Intelligenza Artificiale si definisce tutto l’insieme di studi e applicazioni – algoritmi e sistemi hardware/software – volti a ricreare meccanismi di attività intelligente.

Questa “attività intelligente” è solitamente una specifica attività umana, che può essere di comprensione, di decisione, di percezione, di spazio e via dicendo. Sono tutte specifiche azioni o capacità umane/animali, che differenziano l’essere vivente dalla macchina.

L’attribuzione di questi meccanismi alle macchine genera automaticamente problemi etici e bioetici che non staremo ad approfondire, ma che mettono in luce quanto delicato sia questo settore dal punto di vista delle responsabilità dell’uomo.

Come funziona l’Intelligenza Artificiale

Con lo sviluppo della biologia e della neurologia, l’Intelligenza Artificiale ha preso una strada specifica: quella del machine learning e del deep learning.
Con machine learning si intende l’apprendimento automatico di dati e informazioni, che vengono acquisiti e consentono alla macchina di migliorare le proprie risposte con l’esperienza. Il deep learning invece crea modelli di apprendimento multilivello, che consentono un ampliamento dei meccanismi e delle nozioni interiorizzate, collegandole attraverso un meccanismo simile alle reti neurali umane.

L’Intelligenza Artificiale è più vicino di quanto pensi

Se ti dicessi che utilizzi l’Intelligenza Artificiale tutti i giorni, cosa penseresti? Quando il tuo smartphone riconosce il tuo volto, quando parli con il tuo assistente vocale, quando invii comandi alla tua nuovissima auto super tecnologica: l’IA è lì con te. Il riconoscimento facciale, vocale o digitale sono ancora molto limitati, per ovvi motivi di funzionamento e implicazioni bioetiche, ma hanno conquistato la nostra esistenza, semplificando il modo in cui viviamo (lavoriamo, mangiamo, studiamo, pensiamo).

Senza ansia, ovviamente. Allo stato attuale, i meccanismi di machine e deep learning sono limitati ad alcuni settori: c’è bisogno di un avvio umano delle macchine e dei sistemi, non sono in grado di prendere decisioni completamente autonome ed indipendenti.

Pronto al futuro?

Nei prossimo articolo parleremo dell’applicazione dell’Intelligenza Artificiale all’IoT. Continua a seguirci per conoscere in modo semplice ed approfondito le diverse tematiche del web!

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com